Remembrance day e altro

Ieri era il Remembrance Sunday ed oggi è il Remembrance Day (Giorno del Ricordo).

Già da una decina di giorni vedevo tantissime persone che indossavano una spilla a forma di papavero (poppy), appuntata su giacche e giubbotti.

Andando a cercare perchè ho scoperto che queste spille vengono donate da delle Charities e le somme incassate sono devolute vanno alle famiglie dei caduti. I caduti appunto.

Nel Giorno del Ricordo infatti, nel Regno Unito come anche in altri Paesi, si ricordano gli Uomini e le Donne morti nelle due guerre mondiali. I cannoni smisero di sparare proprio alle ore 11 dell’11 Novembre del 1918, dopo quattro anni di ininterrotti combattimenti.

Perchè è stato scelto il papavero come simbolo? Perchè i questi fiori sbocciavano in maniera copiosa nei campi di battaglia delle Fiandre nella prima guerra mondiale, e il colore rosso riporta allo spargimento di sangue in queste guerre.

Nelle due giornate qui a Londra si tengono diverse cerimonie e si trovano in ogni angolo delle corone di papaveri posate sui pavimenti. La cerimonia più importante si tiene a Whitehall dove la Regina e i rappresentanti politici e militari si incontrano per porre delle ghirlande di fiori sotto al Cenotafio.

Il giorno prima è stato il momento del Lord  Mayor’s Show: la cerimonia si svolge dal 1535, consiste in una parata ( 6000 persone circa) guidata dal Mayor che siede in una Carrozza di Stato, e si dirige verso la Royal Court of Justice dove giura la sua fedeltà alla corona.

Ovviamente non manca il saluto dello spettacolare volo degli aerei della Raf.

Qualche giorno prima c’è stata l’accensione delle luci in Carnaby Street, i dischi sono in omaggio ai Rolling Stones:

 

 See you,

Dancer.

Annunci

George Clooney e sorella:

Tutti conosciamo George Clooney, quell’intrigante attore nato nel Kentucky 1961, vincitore di un Oscar e tre Golden Globe.

E poi, diciamolo, lo abbiamo meglio apprezzato anche attraverso la nostra Ely.

La sua gavetta è stata abbastanza lunga, iniziata nel 1978 ma la notorietà è arrivata solo nel 1994 dopo che ha recitato nella serie E.R Medici in prima linea, serie che io non ho mai seguito.

Con mia grande sorpresa, sfogliando il giornale Chi, ho visto alcune foto di sua sorella Adelia e mi sono stupita di quanta differenza ci sia tra i due, io che penso sempre che anche  i parenti degli attori Hollywoodiani vadano avanti  circondati di ogni lusso o quantomeno siano esteticamente somiglianti ai ben più famosi consanguinei.

E invece, molto spesso, non è così.

Ecco Adelia Clooney, sorella di George:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli somiglia?

Lei confessa di essere di essere felice per lui, perchè ha ottenuto ciò che voleva.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lui non è cambiato per nulla !

See you,

Dancer.

… di incontri blogger, halloween, luci di natale e bonfire night

 E rieccomi ….

Intanto volevo dirvi che la Dancer ha fatto il suo primo incontro con una blogger in carne e ossa. Che strano vedere materializzata davanti a te una persona che conosci soltanto via web … ti fai un’idea di come potrebbe essere in base a ciò che leggi nel suo blog e poi te la ritrovi davanti ed in questo caso è stata una conferma dei miei pensieri!

Insieme all’Ing. of course, ci siamo ritrovati in una pizzeria qui a Londra con l’autrice del blog pomodoriverdi , suo marito e le loro due fantastiche girls.

Ripeteremo al più presto !

Quanto ad Halloween come immaginerete le passeggiate di zombies e scheletri vari si sono sprecate per la città, io addirittura ho fatto alcune foto nel centro commerciale superposh che si trova a Piccadilly Circus Fortnum and Mason , foto che avevo intenzione di pubblicare qui ma sono troppo terrificanti (per me), foto che consistono in bottigliette di vodka al cui interno ci sono scorpioni interi o ragni giganteschi rigorosamente veri e anche commestibili perchè allevati non so dove, ma ho preferito non rivederle perchè non sarei riuscita a dormire questa notte …

Ieri poi c’è stata la tanto attesa accensione delle luci di Natale in Oxford Street e concerto di Robbie Williams, Leona Lewis, c’era anche Emma Bunton.

Divertente vedere alcune persone portarsi via la gigantografia cartonificata di Robbie, ne ho visto alcuni anche in metropolitana …

A fine concerto ci sono stati i fuochi d’artificio.

Ma i fuochi ci sono stati in tutta la città Lunedi 5 novembre ! Sembrava di essere in guerra dal frastuono che c’è stato per tutta la giornata.

Si celebrava il Bonfire Night, una tradizione antica che esiste dal 1605.  Viene chiamata anche Guy Fawkes Night.

Guy Fawkes era un signorotto che guidò un gruppo di cospiratori nella cosiddetta ” Congiunta delle Polveri”, ovvero il tentativo di far saltare in aria il palazzo di Westminster ( sede del Parlamento) con alcune cariche esplosive nescoste nei sotterranei. I motivi che spinsero questi sovversivi ad attaccare il Re, consistevano nel fatto che Giacomo I appunto, impediva ai cattolici di professare la propria religione.

E da allora ogni anno il 5 Novembre si celebra la Bonfire Night o notte dei falò, nei vari punti della città si accendono dei fuochi, e si bruciano dei manichini che stanno a rappresentare i cospiratori.

Io e l’Ing. siamo andati a vedere lo spettacolo al SouthWark Park, ed eravamo sbigottiti nel vedere fiumane di persone che come noi erano dirette verso il parco; nonostante l’aria fresca (5 gradi), migliaia e migliaia di persone, famiglie, passeggini bambini piccolissimi,tutti  fuori di casa per assistere a 10 minuti di fuochi d’artificio.

Sono arrivata alla conclusione che gli Inglesi sono STRANI !!! Vi posto un video che ho trovato su youtube, ma la qualità non è eccezionale; la musica che si sente in sottofondo è quella che c’era realmente, come ad esempio skyfall di Adele.

http://www.youtube.com/watch?v=0Z71kxKOzlo&feature=related

See you,

Dancer.

LIBERTY CHRISTMAS SHOP E LUCI DI NATALE

 

 Si, lo so è presto !

Ma come saprete qui a Londra siamo avanti, e da ieri è improvvisamente arrivato il freddo vero, 7* di massima, quindi … ……  it’s Christmas Time !

Conoscete il Liberty? E’ uno dei Department Store di Londra che si trova in pieno centro, quasi in Piccadilly Circus, esattamente in una parallela del Regent Street.

Esiste dal 1875 ed è famoso proprio per essere in stile Liberty appunto, con la sua particolare struttura in legno e muratura.

Ci sono stata qualche giorno fa e ho curiosato nel reparto natalizio, il quarto piano è dedicato al Christmas Shop. Di sotto allego alcune foto.

Una lettrice del blog (Antonella), che ringrazio, mi ha inviato una mail avvisandomi del fatto che a breve avrebbero acceso le luci di natale qui in città, accadrà infatti il 5 novembre, non ne ero informata, quindi, thanks Antonella!

Esattamente il 5 Novembre 2012 Londra sarà la prima città nel mondo ad accendere le luci di Natale, che resteranno accese fino al 5 Gennaio 2013.

Lungo la Oxford Street ( fronte House of Fraser ), ci sarà Robbie Williams che alle 17 in punto, accenderà magicamente 300.000 lucine natalizie delle tante luminarie in Oxford Street e Regent Street !

Seguirà poi un concerto ( ci sarà anche Leona Lewis).

Lunedi 29 Ottobre ci sarà una lotteria  che distribuirà i 3500 biglietti gratuiti per assistere allo spettacolo.

Chi non sarà tanto fortunato da accapparrarsene uno, potrà seguire il tutto dai megaschermi che verranno posizionati nei dintorni.

 

 

 

 

Che dire …

See you,

Dancer.

 

Vi siete mai vestiti da ‘ PENIS’ ?

Forse ne avevo già parlato altre volte di come le ragazze Londinesi diano il massimo nell’organizzare i loro Bachelorette Parties, per noi Italiani l’ addio al nubilato.

Nei week end infatti andando in giro per la città si possono incrociare gruppi di ragazze scintillanti, vestite a puntino con abitini dai colori sgargianti e tanto di coroncine, fascia d’onore come vere miss, il velo a volte anche con strascico, limousines varie e pazzie di tutti i tipi.

Alla fermata della metro avevo davanti a me un gruppo ‘alternativo’ diciamo, ovvero le ragazze erano vestite in pigiama, e stavano indossando la tuta da ‘penis’ per andare in centro a festeggiare.

Quasi quasi vorrei tornare indietro e rifare anzi |fare| l’addio al nubilato seguendo il loro esempio, io che non l’ho proprio fatto perchè sono una che ama fare tutto ciò che non fanno gli altri ! E comunque trovo che in Italia, almeno dove abitavo io, gli adii al nubilato siano un pò ripetitivi e patetici … insomma noiosi !

Qui le ragazze pare che si divertano davvero !!

Ecco di seguito alcune idee per un divertente bachelorette party come si deve ( non mancano attenzioni per i parties gay e persone di colore). Buon divertimento !

See you,

Dancer.

CERCARE CASA A LONDRA:

Visto che effettivamente non ne abbiamo mai parlato, ho finalmente deciso di scrivere un post sull’ argomento casa.

Ho pensato di farlo sia perchè ultimamente ricevo richieste di consigli da alcuni lettori, e poi perchè mi sono ritrovata delle foto di alcuni appartamenti che mi erano state inviate da agenzie o che avevo fatto io, appena arrivati a Londra, e che troverete a fine post.

Prima di tutto, chi viene a Londra con l’intenzione di risiedere qui per un periodo medio / lungo, deve prepararsi psicologicamente ad alloggiare in una sistemazione tipo ostello per almeno una settimana/dieci giorni, necessari per la ricerca. Noi due abbiamo fatto cosi.

L’esperienza ostello è stata ovviamente tremenda, ne ho parlato in uno dei primi post del blog, e fortunatamente per noi, è stata abbastanza breve, 4 giorni mi pare.

Per cercare casa vi consiglio di utilizzare questi siti:  www.gumtree.com, www.primelocation.com , www.zoopla.co.uk,  www.rightmove.co.uk, www.netlettings.co.uk.

Ci sono poi altri siti web che si utilizzano in particolare per il flatshare: www.moveflat.com, www.easylondonaccomodation.com, www.spareroom.co.uk, www.easyroommate.co.uk, www.flatshare.com, www.roombuddies.com, www.intolondon.com .

In linea di massima questi sono i migliori siti dove cercare. Non utilizzate www.craigslist.com, nè www.starflats.co.uk, perchè sono siti scam, ovvero truffa, tutti gli annunci sono inseriti da delinquenti che vi chiederanno denaro in anticipo prima di visitare l’appartamento ( che non esiste ), adducendo la scusa che hanno bisogno di verificare che siete in grado di pagare. Attenzione mai inviare anticipi con qualsiasi mezzo di pagamento se non si è visto l’appartamento di persona; molti di questi truffatori possiedono anche dei siti web della fantomatica agenzia, che quasi sembrerebbero autentici !

C’è anche il giornale Loot ma non l’ho mai utilizzato per cui non posso darvi il mio parere.

Nella maggior parte dei casi, sia che l’annuncio a cui state rispondendo sia stato inserito da un’agenzia immobiliare LOCALE ( come le nostre Italiane, lavorano nello stesso modo), sia che rispondiate ad un landlord ( il padrone di casa), entrambi vi chiederanno se avete un lavoro, se avete delle referenze, e poi un deposito. Il deposito da lasciare sarà più consistente nel caso in cui non abbiate un lavoro, non ha senso farvi un esempio perchè non c’è una regola, a noi sono capitate richieste economiche di ogni genere.

Tutti vi faranno firmare un contratto, che deve essere dai sei mesi in su, e se andate via prima, il deposito non vi verrà restituito, a meno che non troviate qualcun altro che prende il vostro posto …

Ovviamente si può trovare qualcosa anche per un tempo più breve, però è un pò più difficile ed i prezzi sono un pò più alti.

Potete decidere di andare a vivere per conto vostro, quindi affittare un monolocale ( o studio flat), oppure prendere una stanza condividendo un appartamento con altre persone (il flatshare, appunto), in questo caso condividerete cucina, e bagni se la vostra camera non è ensuite ( con bagno privato).

Noi due abbiamo optato per lo studio flat.

Per avere un’idea delle cifre comunque, andate su gumtree e fate una simulazione impostando la vostra cifra massima e tipologia di cui avete bisogno, vi renderete subito conto di cosa offre il mercato.

Quando parlo di agenzie, mi riferisco alle agenzie immobiliari locali, non alle agenzie tuttofare, prevalentemente Italiane, di quelle che ti offrono tutto per intenderci, ovvero alloggio + lavoro + corso di Inglese. Lasciate perdere, hanno delle proposte inguardabili nella maggioranza dei casi.

E ora ecco le foto di cui vi ho parlato sopra:

Qui non si sono degnati nemmeno di ritirare il bucato in ammollo dal lavandino nè dalla vasca. Sarà stato per farci capire in quanti modi avremmo potuto lavare i nostri preziosi indumenti?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ora una serie di esempi di camere con doccia a portata di mano, e si che farsi la sauna in casa è un lusso ! PS: quando parlavo di camere ensuite ovviamente non intendevo queste!

Questa è la foto di una camera singola, abbastanza piccola, anzi talmente piccola che per farvi due uova in padella potrete stare comodamente sdraiati sul letto e lanciarle visto che piano cottura e letto sono quasi attacati !

 

 

 

 

Infine questa che non era neanche male date un’occhiata alla scala per il soppalco, in salita  va bene per fare ginnastica, ma per scendere è davvero pericolosa !!!!!

Ecco, questi erano esempi di cosa c’è a Londra in mezzo al resto, non temete, qualcosa che vi piace la troverete certamente ! Bisogna avere un pò di pazienza e non farsi prendere dallo sconforto se non si raggiunge l’obiettivo immediatamente, prima o poi arriveràanche  il vostro castello nido !! Good luck!

PS: se avete delle domande, inserite un commento in questo post !

See you,

Dancer.

PREMIO NOIDUENELMONDO – miglior blog Easyviaggio.com

E rieccoci ! In abiti eleganti per ritirare un altro premio.

Il blog NOI DUE NEL MONDO è stato selezionato tra i migliori blog del Regno Unito; ecco la targhetta a lato.

A premiarci è stato il sito web Easyviaggio, che è uno dei maggiori siti Italiani per la ricerca di voli, hotel, viaggi, auto a noleggio, crociere, offre anche guide complete, (ecco qui la guida sul Regno Unito) sconti, ma anche recensioni e consigli.

Accolgo con piacere il premio e ringrazio Easyviaggio, ma voglio ringraziare anche voi che mi seguite, sia i commentatori  affezionati che i lettori che non inseriscono mai un commento, che aumentano giorno per giorno!

Spero che il blog possa diventare una utile e divertente fonte di informazioni su Londra (e non solo)!

See you,

Dancer.

I VIAGGI DI NOIDUENELMONDO – GERMANIA, MERCATINI NATALIZI

Ed eccoci finalmente con il primo post della rubrica dei viaggi di NOIDUENELMONDO. Ho deciso di iniziare con un viaggio ‘natalizio’ che magari può ispirare qualcuno di voi che sta organizzando un tour a tema, visto che ancora c’è tempo per trovare biglietti aerei a prezzi abbordabili.

Aeroporto di partenza Tedesco: Francoforte.

Il viaggio è stato di 5 giorni ( 4 notti), ed organizzato interamente da me, come sempre!

Noleggio auto con Europe car ( in quell’occasione ci fecero pure un upgrade gratuito perchè l’auto da noi prenotata online era sold out al momento del ritiro).

Quanta neve abbiamo trovato ! Per noi sconosciuta perchè dove viviamo vivevamo in Italia la neve non arriva da decenni ! Le catene alle ruote non sono necessarie perchè le auto hanno pneumatici da neve.

La prima tappa è stata Wurzburg. Ecco a voi un pò di foto:

Seconda tappa è stata Rothenburg Ob Der Tauber . Delizioso paesello da fiaba e regno delle decorazioni natalizie dell’artista Kathe Wohlfahrt; impossibile non farci un salto.

Pensate che la Dancer aveva organizzato il tour in virtù della visita alla fabbrica delle decorazioni ! Imperdibile davvero. I prezzi non sono molto cheap, nessun oggetto al di sotto dei 7-8 €.  Di seguito alcune foto:

Altra tappa è stata Stoccarda ! Qui le bancarelle natalizie più belle in assoluto e la nostra prima multa da autovelox in terra crucca. Ecco le foto:

Ultima tappa è stata Francoforte

Ed ecco la domandona: chi sa dirmi che cos’è questa bontà cosparsa di cannella e immersa in un brodo caldo di vaniglia ? All’interno era come una pagnottella, che delizia … non ricordo più il nome !

See you,

Dancer.

La corsa delle carote

Insomma, ora non vorrei tediarvi, ma ci tengo a riferirvi di ogni iniziativa che ha luogo qui a Londra, e che riguarda il volontariato e la raccolta di fondi per le cause più disparate. Ecco, gli Inglesi, non si limitano a chiedere donazioni come facciamo noi in Italia, ma rendono l’operazione ogni volta accattivante, un gioco diciamo pure. 

Quindi qualche giorno fa quasi 500 persone hanno marciato per 15 miglia lungo il Tamigi,  vestite da carota, per la raccolta di fondi sulla ricerca e lo studio delle malattie dell’occhio e la perdita della vista.

Non si tirano indietro, stì Inglesi quando c’è da aiutare chi ha bisogno !

PS: ovviamente alla fine della serata, c’è stata la premiazione della best – dressed carota 😆

See you,

Dancer.

.. ed ecco la politica Italiana secondo Londra :

Oggi in metro durante il viaggio verso il college sfogliavo un quotidiano locale e tra le altre cose, mi sono imbattuta in questo articolo su Nicole Minetti e non sono riuscita a trattenermi dal condividerlo con voi … traduzione:

Mentre la Gran Bretagna si fa coraggio per la stagione delle party conference, in Italia le cose si mettono a posto in questo modo:

Nicole Minetti, ex showgirl, ora consigliera, sfoggia la collezione Parah New  Generation, alla Milano Fashion Week. All’inizio di quest’anno era stata accusata di vestirsi come una suora, poi gli spogliarelli in biancheria agli  ignobili bunga bunga party dell’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi.

|sono benvenute le correzioni di eventuali errori :D|

Che ne pensate? Siamo poco credibili o ridicoli? Non saprei cosa scegliere ….

See you,

Dancer.

La corsa dei gorilla a Londra

Dal 2003 a Londra si svolge la corsa dei gorilla . 7 Km di camminata o corsa dalla City a Bankside, per raccogliere fondi e salvare i gorilla appunto, dall’estinzione. La corsa si è tenuta il 22 Settembre. In  9 anni è stato già raccolto 1 mln di sterline per vari progetti tra cui anche la riduzione della povertà in Africa e la salvaguardia di questi meravigliosi animali.

Alla fine della corsa c’è stata l’elezione del best – dressed gorilla ( il gorilla meglio vestito) e successivo party.

Alla prossima edizione e w i gorilla !

See you,

Dancer.

Le diner en blanc è arrivato anche a Londra

Le dinèr en blanc,  particolare evento che si svolge in tante città del mondo è arrivato anche a Londra. Ha avuto luogo proprio ieri sera. Io non ne avevo mai sentito parlare, ne avevo letto per la prima volta sul blog di Bianca che scrive dalla Germania e ne ero rimasta affascinata.

E’ nato in Francia, nel 1988 da un’idea di Francois Pasquier, personaggio che amava mangiare, vestito di bianco, negli angoli più belli di Parigi con amici.

Da allora l’evento si è trasformato in uno dei  flash mob di maggiore successo: ogni città che si rispetti in tutti i 5 continenti, ne organizza almeno uno all’anno.

E ieri è stato il turno di Londra. Migliaia di persone si radunano in una location (che resta segreta fino ad 1 ora prima dell’inizio), vestititi interamente di bianco, portandosi da casa: tavolino, cibo, sedia, piatti, bicchieri, tutto rigorosamente bianco, e posate possibilmente d’argento, poi chi proprio vuole fare bella figura, porta candelabri d’argento, tovaglioli di lino o seta, sciccherie varie. Vietato esibire bottiglie di birra sulla tovaglia immacolata! Solo vini, meglio champagne.

Ho spedito una mail di richiesta agli organizzatori chiedendo se potevo partecipare come blogger e la risposta è stata affermativa ( partecipare come ‘partecipante’ comportava il pagamento di £ 25), mi hanno richiesto il numero di cellulare per la comunicazione della location, alle 6.30 PM.

Alle 6.32 PM arriva il messaggino: location Covent Garden.

-Strano- penso io, -Covent Garden è troppo piccola per ospitare un evento di questa portata- ! Pensate che sul sito web era scritto che per la città di Londra le iscrizioni erano aperte solo a 1400 partecipanti, -evidentemente le adesioni sono state davvero poche- RIpenso io.

Ed infatti appena sono arrivata, sono rimasta delusa: ci saranno state si e no 150 persone !!

Strano, davvero strano, forse qualcosa non ha funzionato …  L’evento viene interamente organizzato attraverso social network, nessun altro tipo di pubblicità. Evidentemente gli organizzatori locali hanno mancato in qualcosa… Peccato!

Spero che l’anno prossimo la cena in bianco Londinese sia all’altezza di quella di tante altre città! (cliccate per vedere qualche esempio)

Vi lascio qualche foto,

See you,

Dancer.

Ikea e pubblicità galleggiante a Londra

Qualche giorno fa, nel Regent Canal, Nord di Londra,  IKEA ha dato luogo ad un evento molto carino.

A partire dalle 17 e fino alle 22 diverse barche navigavano nel canale con su tanti tessuti e stoffe colorate,  mobili ed accessori dando luogo ad una esposizione galleggiante abbastanza inusuale per chi vende mobili.

E’ proprio così che la casa Svedese ha deciso di presentare la nuova collezione. Carino vederla a bordo di barchette no? Ovviamente non sono mancati i cocktail di benvenuto !

Brava IKEA !

See you,

Dancer.